Recensione: Eris: Una Dea in accademia di Elena Lucia Zumerle

tania

Sanny90,

Buongiorno lettori!!

Oggi recensione a sorpresa! Ultimamente sono riuscita a recuperare un pò di tempo, quindi ho terminato  molto velocemente il romanzo!!! Il libro di cui vi parlo oggi è “Eris: una Dea in accademia” di Elena Lucia Zumerle.

eris solo copertina-page-001

Trama:

Quando Eris per punizione viene scaricata dagli Dei dell’Olimpo, nell’Accademia Cleanthe, istituto

prestigioso e alla moda, per ricchi figli di papà che non hanno granché voglia di studiare, senza più

un briciolo di potere, non può fare nient’altro se non ciò per cui è nata: il caos.

Quello che infatti gli Dei non sanno è che Eris non è disposta ad accettare questa umiliante

situazione. E’ evidente che un patto con il misterioso e tormentato Noah non può che tornarle utile,

soprattutto se anche lui, come altri cinque studenti della scuola, è un semidio. Ben presto però il

loro patto diventa qualcosa di più, ma non può essere amore, o almeno di questo Eris è convinta.

D’altronde l’amore sconvolge e scuote l’anima, senza un senso. L’amore è caos, esattamente come

Eris.

Elena Lucia Zumerle:

Elena Lucia Zumerle è nata a Verona il 19 dicembre 18 anni fa. A giungo si è diplomata presso l’Educandato

Statale “Agli Angeli” di Verona, indirizzo classico europeo, scuola umanistica internazionale. Fin da piccola

dimostra la sua inclinazione verso il mondo letterario inventando storie e disegnando fumetti, grazie anche

alle origini sarde che la portano ogni estate ed inverno nella sua adorata isola. All’età di sei anni comincia a

scrivere alcune favole per bambini, illustrandole lei stessa, mentre durante l’adolescenza si dedica a racconti

a sfondo medievale. Grazie alla sua spiccata curiosità, si iscrive ben presto al sito Efp dove già all’età di 11

anni pubblica le sue storie con un discreto seguito. La sua grande passione per la scrittura e la lettura, la porta

ad appassionarsi al mondo dei manga e delle light novel, da cui trae grande ispirazione. Titoli come Bleach,

One Piece

Le storie che Elena scrive parlano di giovani ragazze alle prese con la vita di tutti i giorni, immergendo le

loro vicende in scenari fantasy e popolandoli di magia. Si tratta prevalentemente di storie di formazione,

dove le vicende vissute dalle protagoniste le conducono a una crescita personale. A partire dagli inizi del

2012 Elena comincia a scrivere anche per il quotidiano economico online Veronaeconomia, presso cui sta

completando il tirocinio che tra qualche mese le permetterà di ottenere il patentino da giornalista non

professionista.

Nel giugno 2014, a soli diciassette anni, Elena Lucia corona il suo sogno letterario pubblicando il suo primo

libro, Angelica, edito Europa Edizioni, riscuotendo discreto successo ricevendo l’attenzione dei media locali

e non solo. Grazie a questa avventura, Elena è conosciuta in diverse scuole veronesi, presso cui organizza

presentazioni e soprattutto piccoli seminari su “come pubblicare un libro oggi”. Ad ottobre Elena inizierà la

sua nuova avventura come studentessa della facoltà di Giurisprudenza, presso l’Università di Verona.

Eris è la storia che tra i suoi lettori ha riscosso maggior successo, arrivando ad un centinaio di follower su

Efp, con una settantina di recensioni. Le vicende si intrecciano attorno all’imprevedibile, seducente e

intelligente dea del caos, Eris. Nell’arco di circa due anni, Elena ha saputo condensare le sue conoscenze

riguardo la cultura classica, l’arte, la musica, la poesia e ovviamente i fumetti, creando così un’opera che non

concede un attimo di respiro, affascinante e intrigante, proprio come la protagonista.

La mia recensione:

Dopo il successo di Percy Jackson e i vari romanzi che sono fuoriusciti riguardanti gli dei dell’Olimpo, non avrei mai immaginato che sarei mai riuscita a leggere un libro che parlasse di questo argomento! Ultimamente mi sono resa conto di leggere molti meno storie adolescenziali, ma questa mi ha piacevolmente sorpreso!

La storia si svolge all’interno di un’Accademia di prestigio in Francia, all’interno di questo istituto, apparentemente normale, ritroviamo diverse divinità e i rispettivi figli, semidei, e la protagonista indiscussa del romanzo, Eris, dea della discordia, della competizione e del caos. Il suo arrivo scatenerà caos (essendone la dea) nella vita dei poveri studenti, in particolare nella sua giovane compagna di stanza, Marianna! La storia è un’avvicendarsi di colpi di scena, spesso molto divertenti, a volte anche tormentati, come è giusto che sia per un’adolescente di 120 anni!

Non voglio svelarvi null’altro della trama, perchè questo romanzo va gustato in ogni sua singola pagina, non vi accorgerete nemmeno di averlo già terminato! Lo stile di scrittura è scorrevole, in prima persona, ho apprezzato l’idea dell’autrice di utilizzare i diversi Pov dei personaggi, ciò permette di conoscere il pensiero e le azioni di ognuno, e ci fa innamorare di ognuno di loro! Il mio preferito non poteva che essere Eros, con la sua aura di eterno dannato destinato a non essere amato mai…. Insomma pane per i miei denti!. Il finale mi ha fatto intuire che ci sarà un seguito e cara Elena, non vedo l’ora che arrivi!! Straconsigliato ai ragazzi e anche a chi lo è un pò meno!! E come dice Richard Back:

Un libro non è mai finito. È sempre lì, in attesa che qualcuno lo migliori ancora dopo una nuova lettura.

 

Voto:

9/10

Citazione:

“Ormai conoscevamo le debolezze dell’altro. E qualunque fosse stato il problema che ci si stava per presentare di fronte, noi saremo diventati più forti. Ci saremo alzati e avremo combattuto.”

 

 

Precedente Oggi in libreria!!! Successivo #123 Il canto ribelle di Joanne Harris